Imperiale Racing sale sul podio a Spa-Francorchamps nell’International GT Open 2018

12.06.2018 – Imperiale Racing si conferma grande protagonista nell’International GT Open 2018 anche a Spa-Francorchamps (B), con un importante doppio podio conquistato nel weekend appena trascorso in una delle gare più attese della stagione.

Il team italiano era arrivato nelle Ardenne motivato a recuperare punti dopo il complesso appuntamento del Paul Ricard, forte della line-up titolare al volante delle Lamborghini Huracán GT3 formata da Giovanni Venturini (ITA) e Jeroen Mul (NL) #63, Riccardo Agostini (ITA) e Rik Breukers (NL) #25, entrambi in categoria PRO, Raffaele Giammaria (ITA) e Jia Tong Liang (PRC) #19 in PRO AM.

Il weekend belga si è subito dimostrato particolarmente impegnativo con molti piloti in grado di ambire alle prime posizioni, e fin dalle prove libere il team e i piloti hanno lavorato con determinazione per individuare il migliore set-up delle vetture, alla luce anche di un clima primaverile con pista asciutta.

Nella Q1, Agostini ha interpretato al meglio il leggendario tracciato di Spa-Francorchamps, fermando i cronometri in 2’16.267 e assicurando alla #25 la seconda fila in quarta posizione. Bene anche Venturini, che sulla #63 si è qualificato al sesto posto in 2’16.563, e Giammaria, che ha trovato un buon giro e in 2’17.574 ha portato la #19 al quarto posto in PRO AM e quindicesimo assoluto.

In Q2 le difficoltà per accedere alle prime file si sono ulteriormente amplificate con Breukers che al volante della #25 ha chiuso all’ottavo posto in 2’17.022, comunque primo tra le Lamborghini. Mul sulla #63 ha conquistato la dodicesima posizione con il miglior crono di 2’17.555, mentre Liang ha completato la sessione con il proprio miglior riferimento in 2’20.545, che lo ha visto qualificare la #19 al settimo posto in PRO AM e ventiduesimo assoluto.

Le emozioni non sono mancate in gara uno, con Venturini sulla #63 che ha interpretato al meglio la partenza e ha subito recuperato una posizione, salendo al quinto posto alle spalle del compagno di team Agostini. Il campione in carica GT Open 2017, superato Agostini a Les Combes nel corso del quarto giro, ha inanellato poi una serie di giri molto consistenti che gli hanno permesso di chiudere il gap dai primi. Dopo il cambio pilota, Mul è rientrato in pista al comando e ha lungamente condotto la gara fino ai giri finali quando, dopo una lunga difesa, è stato costretto a cedere la posizione alla Ferrari #51 in arrembante recupero nonostante un consistente handicap di tempo al pit stop. L’equipaggio Imperiale Racing ha così chiuso al secondo posto.

A sua volta Agostini sulla #25 ha imposto un ritmo perfetto al proprio turno di guida e ha dimostrato tutto il suo valore nella bagarre con la Ferrari #993 dalla quale ha difeso la posizione fino al pit stop. Grazie alla strategia azzeccata di cambio pilota, Breukers è rientrato in pista al terzo posto e ha saputo controllare agevolmente la posizione fino alla bandiera a scacchi.

Costante la prestazione della #19, con Giammaria prima e Liang poi che hanno girato con ottimi riferimenti cronometrici. L’equipaggio è riuscito a recuperare una posizione chiudendo al tredicesimo assoluto, ad un soffio dal podio di categoria.

In gara due è stata davvero emozionante la rimonta di Mul e Venturini sulla #63. L’equipaggio Imperiale Racing ha concretizzato una prestazione spettacolare, recuperando sette posizioni grazie ad una guida precisa e aggressiva da parte di entrambi i piloti. Al traguardo, dopo diversi sorpassi, hanno chiuso al quinto posto assicurandosi punti importanti per la classifica di campionato.

Più regolare la prestazione della #25, con Breukers nel primo stint e Agostini nel secondo che hanno guidato con esperienza cercando di evitare i contatti a centro gruppo. L’equipaggio ha chiuso al nono posto assoluto.

Sorpassi anche per la #19, con Liang che sulla iconica pista di Spa-Francorchamps ha trovato un buon ritmo prima di lasciare il volante a Giammaria. L’italiano ha recuperato delle posizioni con una successione di giri al ritmo dei primi, chiudendo al diciottesimo assoluto e settimo di categoria PRO AM.

Giorgio Ferro (Imperiale Racing, Responsabile Motorsport):
“Abbiamo fatto il massimo. Voglio quindi elogiare tutto il team Imperiale a partire dai nostri meccanici per finire ai piloti che hanno interpretato le gare in modo professionale sfruttando tutto il potenziale concesso dalle nostre Lamborghini Huracán che con il Balance of Performance attuale non possono purtroppo giocare alla pari con la concorrenza. Il BoP è un processo difficile che, basandosi su un approccio metodologico e scientifico, dovrebbe garantire una competizione il più possibile equilibrata. In questa prima fase del campionato non è stato purtroppo così e quest’ultimo evento di Spa ha confermato quanto già emerso in modo oggettivo nei precedenti due round. Ora ci prendiamo una pausa di riflessione per valutare l’eventuale prosieguo della stagione”.

International GT Open | Classifica Team
1. RACE / BMW Team Teo Martín pt. 45; 2. Luzich Racing pt. 45; 3. Imperiale Racing pt. 39; 4. RS Racing pt. 25; 5. Ombra Racing pt. 14

International GT Open | Classifica Piloti
1. Mikkel Mac pt. 66; 2. Andrés Saravia – Fran Rueda pt. 54; 3. Alessandro Pier Guidi pt. 50; 4. Giovanni Venturini – Jeroen Mul pt. 42; 5. Andrea Montermini – Daniele Di Amato pt. 41; 6. Kang Ling pt. 32; 7. Juan Cruz Álvarez – Lourenço Beirão da Veiga pt. 29; 8. Fernando Rees – Damiano Fioravanti pt. 29; 9. Riccardo Agostini – Rik Breukers pt. 22; 10. Marco Cioci pt. 21

International GT Open | Classifica Piloti Pro AM
1. Fabrizio Crestani – Miguel Ramos pt. 41; 2. Tom Onslow-Cole – Valentin Pierburg pt. 38; 3. Marcelo Hahn pt. 32; 4. Alexander West – Michele Rugolo pt. 25; 5. Bradley Ellis – Oliver Wilkinson pt. 20; 6. Allam Khodair pt. 20; 7. Jia Tong Liang – Raffaele Giammaria pt. 15; 8. Stefano Costantini – Alberto Di Folco pt. 13; 9. Alan Hellmeister pt. 12; 10. Giuseppe Cipriani – Toby Sowery pt. 11